Scuola DADA

DADA_pag1

16 December 2019

L’attuazione del modello  DADA, con la creazione di ambienti di apprendimento attivi dove gli studenti diventano sempre di più soggetti positivi della propria formazione, intende favorire la diffusione, nella didattica quotidiana, di approcci operativi che tengono conto della “piramide dell’apprendimento” in cui il “fare” garantisce una migliore sedimentazione delle conoscenze oltre che  l’acquisizione di abilità e competenze. Il  ripensamento della modalità di fruizione degli spazi educativi implica una necessaria fluttuazione da parte degli studenti tra le “isole didattiche”. Tale approccio “dinamico e fluido”, considera gli spostamenti degli studenti  buona occasione per l’ottimizzazione dei tempi morti, nei cambi d’ora, e stimolo “energizzante” la capacità di concentrazione come testimoniato da accreditati studi neuroscientifici.

maslow

16 December 2019

Nella scuola DADA l’intero edificio scolastico diventa un edificio apprenditivo: le aule non sono più le aule tradizionali, ma diventano ambienti di apprendimento strutturati in funzione delle diverse discipline. L’ istituto funziona per “aula – ambiente di apprendimento”, assegnata a uno o due docenti della medesima disciplina, con i ragazzi che si spostano durante i cambi d’ora. Ciò favorisce l’adozione, nella quotidianità   scolastica, di modelli didattici funzionali a quei processi di insegnamento-apprendimento attivo in cui gli studenti possano divenire attori principali e motivati nella costruzione dei loro saperi. L’intera scuola sarà dotata di un armadietto per ciascun alunno, in cui depositare lo zaino: gli studenti preleveranno i libri necessari.  E’ facile comprendere la portata innovativa di tutto questo: i  docenti ri-pensano al loro lavoro non come a programmi precostituiti da somministrare o a conoscenze da trasferire, ma ipotizzano quale sia l’ambiente, la strutturazione migliore degli spazi per far sì che i loro studenti apprendano. E’ una scuola attiva, in fermento, in movimento, una scuola che progetta, si rinnova, apprende insieme ai suoi studenti. Il progetto è stato fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale, in particolare dall’Assessore alla Pubblica Istruzione -Dott.ssa C. Pollazzi,  che supporta sia materialmente che idealmente la scuola nel perseguimento delle sue più alte finalità educative.

Il sito della rete nazionale è il seguente: https://www.scuoledada.it/

Si allegano: 

il Manifesto della Rete DADA

La presentazione dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, dott.ssa C. Pollazzi e del Dirigente Scolastico dr.ssa Stevanin Barbara alla conferenza stampa di presentazione  del progetto .

 

 

 

torna all'inizio del contenuto